Lettere in scena. Italo Svevo scrive alla moglie e a Pirandello

mercoledì 10 aprile 2024 ore 18.00 Udine - Sala Corgnali - Sezione Moderna - riva Bartolini 5

Destinatari

Mercoledì 10 aprile 2024, alle ore 18.00, in Sala Corgnali della Biblioteca Civica "V. Joppi" in riva Bartolini 5 a Udine, per il ciclo dei Dialoghi in Biblioteca ci sarà l'evento:

Lettere in scena. Italo Svevo scrive alla moglie e a Pirandello

performance di Paolo Puppa, introduce Romano Vecchiet
Italo Svevo Edizioni.

Italo Svevo ha vissuto un periodo della sua vita, dal 1899 al 1914, a Sacca Serenella, a Murano, come direttore della filiale della fabbrica chimica di vernici, proprietà dei suoceri Veneziani, con sede a Trieste. I muranesi che lo vedevano lavorare in fabbrica ignoravano la sua identità di scrittore, a quel tempo non riconosciuto nemmeno dagli italiani.
Ma nei quindici anni trascorsi nell’isola, descritti nelle lettere alla moglie Livia, e negli abbozzi di racconti tentati di nascosto dalla terribile suocera imprenditrice, Ettore-Italo si allena per scrivere poi “La coscienza di Zeno”, quando nel 1917 l’Austria chiuderà gli stabilimenti Veneziani perché la famiglia non vuole rivelare la formula chimica, artefice del successo economico della ditta. Grazie a questo testo, il campo in Sacca Serenella oggi si chiama Campo Italo Svevo.
Paolo Puppa legge una scelta di queste missive scritte da Svevo a Livia e poi completa il tutto con la lettera di sua invenzione, tratta da “Lettere impossibili”, in cui immagina lo scrittore triestino mentre si rivolge a Luigi Pirandello in cerca di aiuto nella carriera di letterato.

Info
Biblioteca Sezione Moderna
0432 127 25 89
bcusm@comune.udine.it

Scopri tutti gli appuntamenti